26/03/15 - Outdoor: tante proposte per vivere bene all'aperto

 

Che bello rilassarsi al sole, chiacchierare davanti al tramonto o schiacciare un pisolino all'ombra di un gazebo. Anche, e soprattutto, per chi vive in città e cerca un rifugio dalla calura e dallo stress. Se avete uno spazio all'aperto, anche piccolo, e non vi siete ancora organizzati, ecco alcune soluzione: arredi pratici, a tutto comfort, che sanno trasformare qualsiasi angolo in una vera oasi di relax. E sono così belli che potrete usarli anche dopo l'estate, nel vostro salotto.

 

OASI DI RELAX
C'è chi ha un balconcino dove ci sta giusto una seggiolina e un tavolino e chi, invece, può godersi un maxi terrazzo dove sistemare lettini, salotto, tavolo da pranzo e altri complementi. In ogni caso lo spazio all'aperto, in questa stagione, è un vero lusso. Da valorizzare e arredare al meglio. In fondo basta prendere bene "le misure" e scegliere i pezzi indispensabili per poter inventare una piccola o grande oasi dove rifugiarsi dopo il lavoro.

 

NON SOLO TEAK
Il tavolo in legno di teak, si sa, è perfetto sul terrazzo o in giardino, perché è robusto, non si rovina, è elegante e si può lasciare comodamente all’aperto per tutta l’estate. Ma chi l’ha detto che non ci sono alternative altrettanto furbe e chic? Premesso che esistono moltissimi materiali trattati per stare all’aperto, oggi i tavoli da pranzo amano cambiare look e sanno diventare davvero versatili. prendete in considerazione i punti di forza di ogni materiale. Acciaio e alluminio sono robusti e durano nel tempo, molto di più rispetto a quelli in legno o ferro battuto perché resistono bene a corrosione e ruggine, sono facili da pulire e si possono lasciare all’aperto sempre. L’alluminio, inoltre, ha il vantaggio di essere più leggero, quindi il tavolo diventa più comodo da spostare. Plastica: sono leggeri, facilissimi da pulire e in genere poco costosi, quindi offrono un’alternativa a chi cerca una soluzione "veloce". Cristalplant a base di resine e minerali naturali, è atossico, riciclabile al 100%, ipoallergenico, resistente al fuoco e ai raggi UV.

 

LE SEDUTE
Prendiamo per esempio le poltroncine: si possono usare intorno al tavolo al posto delle classiche sedie, in coppia per arredare un mini salottino e persino da sole, per improvvisare un angolo “lettura” su misura. Insomma, ne basta una et voilà, ecco una piccola e pratica zona relax. In fondo basta trovare il modello che fa per noi: più avvolgente e con la seduta imbottita, tradizionale in ferro battuto, trasparente ma dallo stile retrò o colorata e a forma di fiore. Non dimentichiamo, però, di valutare con molta attenzione il materiale della nostra poltroncina: deve essere naturalmente studiato per l’esterno, quindi resistente agli agenti atmosferici, alla muffa e all’umidità e soprattutto facilmente lavabile. Stesso discorso per cuscini e rivestimenti in tessuto.
Se avete poco spazio, ma l’idea di utilizzare le classiche poltroncine in midollino vi sembra scontata, provate con un pouf. Ci sono modelli tondi o squadrati, più alti o rasoterra… Qualunque sia lo stile che vi piace, ricordate di scegliere un pouf leggero, che si possa spostare facilmente. Non lasciatevi frenare dall’idea che “manca lo schienale”: il pouf è un’ottima soluzione per inventare uno spazio del relax informale, versatile e davvero comodo. Senza contare che in inverno si può utilizzare anche in casa, reinterpretandolo, perché no, come poggiapiedi accanto a una bergere o al posto del comodino nella stanza da letto.

 

ALTRI OGGETTI
Per completare il quadro, non possiamo non citare le e sedie in alluminio pressofuso firmate da David Adjaye, perfette con l'iconico tavolo tondo Saarinen da oggi anche in versione per esterno, disponibili in nero, verde o rame naturale.
E se adorate rilassarvi al sole, non c'è niente di meglio della dormuse di Tokujin Yoshioka: è in polietilene e ha divano e poltrone coordinate. Perfetta in casa e fuori.

 

ALCUNI CONSIGLI
L’arredamento outdoor diventa sempre più comodo, accattivante e soprattutto resistente. Le aziende del settore, infatti, puntano sempre più sui materiali innovativi, che non si logorano e durano nel tempo. Tra i più utilizzati ricordiamo il polietilene e il polipropilene: il primo, tra le caratteristiche principali, ha la resistenza ai raggi Uv, mentre il secondo è atossico, antigraffio e antimacchia.
Fondamentale, poi, è controllare che cuscini e imbottiture siano trattati per resistere alle intemperie e asciugare velocemente. Oggi esistono tessuti tecnici presi dalla nautica e imbottiture speciali traspiranti: costano un po’ di più rispetto ai tradizionali cuscini, ma si possono lasciare fuori persino quando piove, senza rischio che scoloriscano o si rovinino.

 

Ecco una gallery dei prodotti che abbiamo selezionato per voi. Per osservarne alcuni, o per informazioni, venite a trovarci nello showroom di Caslini Arredamenti a Sondrio.

 



Commenti


Commento* :
Nome utente* :

Password:
Nota informativa sulla privacy
 Acconsento al trattamento dei miei dati personali*